giovedì, ottobre 09, 2008

Ufo:L'innegabile Verità
Penso sia giunta l'ora che tutti riconoscano l'esistenza degli ufo e degli alieni...
D: Bè e perchè dovrei crederci...perchè lo dici tu? ahah
R: Ok, a me potete non credere, ma se ve lo dicesse Edgar Mitchell,il sesto uomo che ha camminato sulla Luna, ci credereste?

LEGGETE QUI:

L'ASTRONAUTA MITCHELL AFFERMA:
C'È VITA IN TUTTO L'UNIVERSO...



Kerrang! Radio
23 luglio 2008




Le affermazioni di Edgar Mitchell, pilota della missione "Apollo 14" nell'intervista di "Kerrang! Radio".

Gli alieni ci visitano da parecchio tempo ma il tutto ci viene rigorosamente nascosto dalle istituzioni, anche se la rivelazione pubblica sembra ormai imminente.
Edgar Mitchell - astronauta dell'Apollo 14 Edgar Mitchell non è solo un pilota e astronauta dal 1966, ma ha anche una Laurea in Ingegneria Aeronautica e un Dottorato in Aeronautica e Astronautica. La sua carriera gli ha garantito accesso anche ad informazioni tenute nascoste, da almeno 60 anni, negli ambienti militari e governativi.




Ecco il testo dell'intervista:

MARGERRISON: Lei crede nella vita su altri pianeti?

EDGAR MITCHELL: Oh sì, ci sono molte domande, ma c'è vita in tutto l'Universo. Non siamo soli nell'Universo.

MARGERRISON: Lei è convinto che non siamo soli nell'Universo?

EDGAR MITCHELL: Oh... Sappiamo per certo che non siamo soli nell'Universo. Ora, siamo in grado di individuare con sicurezza dove sono gli altri pianeti? (n.d.r.: pianeti abitati) No, non possiamo.
Certamente non nel nostro sistema solare. Ma sono stati identificati un certo numero di pianeti, che molto probabilmente potrebbero essere compatibili con la vita, e... Mi è accaduto di avere il privilegio di sapere... di avere... avere la certezza che noi siamo stati visitati su questo pianeta e il fenomeno UFO è reale, anche se tuttavia è stato coperto dai nostri governanti per un periodo di tempo molto lungo.

MARGERRISON: WOW! Aspetti un minuto. Ma questa è grossa... Così... Sono... Questo è... Tutto ciò è uno shock per me.

EDGAR MITCHELL: Beh, mi dispiace, non hai letto la stampa recentemente, stanno incominciando ad aprirsi.

MARGERRISON: Allora, se le mi dice... whoaa... Queste sono molte informazioni da digerire. Aspetta un minuto. Voglio dire, ascolta, ho sentito come tu sai... appassionati di UFO hanno affermato questo genere di cose prima, ma avere il Dr. Mitchell, sai, il sesto uomo che ha camminato sulla Luna, uno scienziato rispettato nel suo lavoro uh, che annuncia che siamo stati visitati da... da... Alieni... altri pianeti e definitivamente provenienti da fuori, non c'è discussione.

EDGAR MITCHELL: Allora... quelli [incomprensibile] mi hanno parlato, ho voluto dirtelo prima.

MARGERRISON: Allora... Allora lei... crede a tutto... lei crede a tutta questa idea...

EDGAR MITCHELL: Beh, no, non c'è cosa più assurda là fuori di quella che si crede qua, ma c'è... è un fenomeno reale, ci sono parecchi di noi... è stato ben coperto da tutti i nostri governi negli ultimi 60 anni circa, ma lentamente le notizie sono uscite e alcuni di noi hanno avuto il privilegio di essere stati informati sulla questione. Sono cresciuto nel... Non so nemmeno se conoscete questo luogo, Roswell, New Mexico, dove presumibilmente l'incidente di Roswell nel 1947 ha avuto luogo, e sono venuto a conoscenza [incomprensibile] in quanto sono cresciuto lì, sono stato in ambienti e circoli militari e nell'Intelligence che sanno che cosa è accaduto... uh... pubblica conoscenza, che sì, siamo stati visitati.

MARGERRISON: Allora... e... e... lei dice seriamente? Non è che tra poco mi dirà che non è la verità?

EDGAR MITCHELL: [incomprensibile]

MARGERRISON: Mi chiedevo se sono... appena incappato... nell'umorismo di un astronauta che mi prende in giro.

EDGAR MITCHELL: No, non lo farei.

MARGERRISON: WOW, così... WOW! che cosa... così.. Voglio dire, come lei è stato informato della loro presenza... e che siamo stati visitati.

EDGAR MITCHELL: Beh, informato è una parola. Sono stato coinvolto... in molto di questo lavoro. Non è il mio principale lavoro e non è il mio principale interesse. Ma sono stato profondamente coinvolto in alcuni comitati e certi programmi di ricerca con molti scienziati credibili e persone dell'Intelligence che conoscono la reale storia e non hanno avuto remore nel parlarmene.

MARGERRISON: Quale è la vera storia?

EDGAR MITCHELL: Mentre te lo sto dicendo, siamo stati visitati.

MARGERRISON: Siamo in contatto regolare o è stato un incidente occasionale?

EDGAR MITCHELL: Bene, ora ci sono alcuni contatti in corso, non so dirvi il perché, non lo so, non sono a conoscenza di tutti i dettagli in quanto non è la mia reale occupazione, ma siamo stati visitati, il Crash di Roswell fu reale e un numero di altri contatti sono avvenuti. Uh... è piuttosto noto... a quelli di noi che sono... stati informati, coloro vicini alla materia.

MARGERRISON: Perché dunque, è stato coperto? Perché non si è rivelato?

EDGAR MITCHELL: Beh, la ragione risiede nel fatto che l'incidente principale avvenne poco dopo la seconda Guerra Mondiale, quando negli Stati Uniti almeno... non posso parlare per i Governi Europei o dei Governi Sud Americani, tutti hanno recentemente iniziato ad aprire i loro files... Voglio dire che questo discorso è aperto e se leggete in Internet o guardate alcuni giornali, capite che le storie iniziano ad uscire.

MARGERRISON: Ho avuto delle persone nello show che mi hanno detto che i governi hanno iniziato una "disclosure", ma questo è solo un caso. Pensa che c'è un piano per la "disclosure", e quest'anno i governi vuoteranno il sacco?

EDGAR MITCHELL: Non so se sarà quest'anno negli Stati Uniti, ma abbiamo avuto in questi anni dal governo Belga, il governo Francese, il governo Brasiliano, il governo Messicano, un'apertura dei loro files.

MARGERRISON: Va bene, mi permetta di raccogliere le idee. Ascolti ora. Anche la Chiesa Cattolica ultimamente ha ammesso che ci potrebbe essere vita sugli altri pianeti e che questo non compromette nulla.

EDGAR MITCHELL: Certo, è accaduto da poco in concomitanza con le altre dichiarazioni, Credo, che il Governo Britannico... non abbia rilasciato proprio tutto, ma qualcosa è stato rivelato.

MARGERRISON: Ancora sta accadendo, e nei prossimi 4 anni tutti gli UFO files saranno rilasciati. Pensa che questa sia una ammissione del Regno Unito?

EDGAR MITCHELL: Non so dire quanto velocemente avverrà, ma certamente la sensibilizzazione del pubblico è in aumento, l'accettazione pubblica è in aumento. Il tentativo di disinformazione è minore. Penso che siamo al punto che alcune organizzazioni si stiano muovendo in quella direzione.

MARGERRISON: Che cosa lei ha... ha pensato in questo lungo periodo di tempo. Che cosa pensa sull'impatto che il mondo avrà quando saprà che civiltà aliene vivono su altri mondi?

EDGAR MITCHELL: Beh, credi che a questo punto è probabile... Ho... HUM... che c'è di nuovo? Penso che sicuramente negli Stati Uniti ben oltre il 70% della gente crede senza sapere... essi non sanno... la reale storia, sanno che gli UFO ci visitano e che molto probabilmente sono velivoli alieni. Non tutti lo sono, alcuni sono terrestri. Ho il sospetto che negli ultimi 60 anni siano stati fatti studi di retroingegneria e che si siano create apparecchiature non proprio sofisticate come quelle aliene.

MARGERRISON: Allora... come parte di questo... Voglio dire... si sono occupati per la nostra sicurezza o sono convinti che ci attaccheranno... [incomprensibile, ma il senso della frase è quello]

EDGAR MITCHELL: Oh, penso che quei giorni siano passati. Non credo si arrivi a cose drastiche come quelle.

MARGERRISON: Gli alieni sono ostili o pacifici?

EDGAR MITCHELL: No, no, no, non sono ostili, è piuttosto evidente che non solo ostili, altrimenti a quest'ora....

MARGERRISON: Davvero?

EDGAR MITCHELL: Avrebbero potuto. Non avevamo difese se questo era il loro intento.

MARGERRISON: Come sono fatti? Come comunicano come noi?

EDGAR MITCHELL: Hai mai visto delle immagini, so che alcuni di loro sono piccoli e strani. L'ho saputo da alcuni contatti che hanno informazioni accurate.

MARGERRISON: WOW! Pensa che altre persone coinvolte negli sbarchi sulla Luna sono a conoscenza di questo?

EDGAR MITCHELL: Alcuni di loro. Ma ancora una volta, è come per altre persone, se sei interessato a scavare per desiderio di conoscenza, potrai sapere di più.

MARGERRISON: Perché so che lei è un ragazzo occupato e queste altre persone...

EDGAR MITCHELL: Quest'altro telefono ha squillato tutto il tempo. Sono qui in questo momento.

MARGERRISON: Questa è stata una della più significative conversazioni della mia vita. Incredibile. Voglio ringraziarla per il collegamento con noi, Dottore Ed Mitchell, lei è amico di questo spettacolo, se lei vuole accettare questa collaborazione amichevole... grazie per l'adesione...



Bè, che altro dire...
preparatevi che il grande giorno, sta per arrivare!
Simone

17 commenti:

Alessandra Rea ha detto...

io ci credo e ci credevo!! ne sono certa e ne ero certa anche prima di questa conversazione... spesso mi chiedevo se ci studiavano .... anche se mi fa un pochino paura la cosa....

Non vedo l'ora che si saprà apertamente!!!!!!!

TOMMYICE ha detto...

chi l'ha tradotta questa intervista, babylon?
mhae...

Anonimo ha detto...

non lo sò chi l'ha tradotta, ma la notizia è vera e ha fatto (a suo tempo) il giro del web.
é originale


simone

Alessandra Rea ha detto...

Il saggio indicò la luna e lo stolto non vide altro che il dito!!!!!
;) tommààà apri gli occhi!!!!!!!!

alessio ha detto...

Non capisco come ci si possa appassionare a certi argomenti... penso non siano così importanti per l'uomo, forse sì per l'umanità (un giorno, lontano?), ma non per il singolo, qui ed ora.

Parlare di ciò che non si può dimostrare scientificamente è una perdita di tempo; tempo sottratto a questioni più belle, interessanti, in una parola migliori per ogni essere umano.

E' normale e naturale che ognuno abbia le sue passioni, le coltivi. Ma non posso condividere l'ufologia e simili...
Credo siano quelle materie (neanche passioni) che non lasciano niente (o molto poco) e cui è facile aderire, senza sforzo, passivamente...

Una cosa è vedere un film, un'altra è amare il cinema. Guardare-osservare; sentire-ascoltare; mangiare-gustare ecc. inutile dire da che parte sia l'ufologia (o simili) per me.

Anonimo ha detto...

secondo te, è una cosa di poco interesse un argomento trattato ultimamente da governi come la gran bretagna, francia, ecuador, messico e persino la chiesa cattolica?

per quanto riguarda la scienza ci sono troppe, ma proprio troppe conferme a cio.
ma se non le cerchi sul web, non le saprai mai queste cose.

simone

Anonimo ha detto...

ah dimenticavo:
non saprai mai queste cose fino a quando tutto sarà di dominio pubblico e quando accendendo la tv non sentirete parlare berlusconi o vedere le torri gemelle cadere, ma vedrete un essere alieno parlare con un uomo.
Allora si, sarà un'altro giorno, un giorno storico e tutta questa "follia" diventerà reale.

il Bruco ha detto...

Per quanto riguarda quello che hai detto:"penso non siano così importanti per l'uomo, forse sì per l'umanità (un giorno, lontano?), ma non per il singolo,

qui ed ora."

Secondo me una cosa che ha importanti conseguenze per l'umanità, anche se ora è nascosta, lo è anche per il singolo, anzi maggiormente per il singolo visto

che l'umanità è fatta da singoli.
Per me, oggi è importantissimo sapere che non solo non siamo soli, ma gli alieni sono già giunti qui.
Credo che questo argomento ti apra la mente e ti faccia vivere in modo piu' consapevole;
Quindi credo che questa consapevolezza oggi è molto importante per la mia crescita culturale.

Inoltre tu dici:"Ma non posso condividere l'ufologia e simili...
Credo siano quelle materie (neanche passioni) che non lasciano niente (o molto poco) e cui è facile aderire, senza sforzo, passivamente."

Solo perchè non rientra nei tuoi canoni di importanza non vuol dire che non lo è o che non lascia niente.
L'ufologia è come l'astronomia,c'è chi studia gli astri e chi gli ufo con metodo scientifico ed entrambi meritano rispetto.
E' sbagliato pensare che l'ufologia è al pari delle cialtronerie come la magia del mago otelma.

C'è chi studia gli astri e chi gli ufo, con metodo scientifico.
Ogni stato ha il suo centro di studi per gli ufo.
Ci sono stati che catalogano casi inspiegabili di ufo, i cosidetti x-files e li archiviano.
Dunque, l'ufologia non è una cavolata da poco!! e soprattutto chi se ne occupa affronta l'argomento con rigore scientifico, quindi ragiona...non è da

etichettare come un non pensante e un credulone.

Al pari, chi segue le vicende degli ufo e dell'ufologia, non può essere etichettato come un non pensante che si beve tutto senza sforzo, in maniera passiva:

se così fosse, anche una persona qualsiasi che segue la scienza o l'economia o la cronaca, leggendola sui giornali specializzati o su internet, dovrebbe

essere considerato una persona non pensante, siccome senza sforzo recepisce ciò che ha appena letto.
Non è detto che se tu lo ritieni un argomento senza fondamento vuol dire che lo è! è solo il tuo parere e come tale va rispettato e così dovresti fare anche

tu.

L'ufologia sicuramente non ti da l'amore come te la da la vita; ma nemmeno l'astronomia mi fa amare...Però l'ufologia mi da quella passione per la scoperta,

per il futuro, per un mondo da scoprire che a me, come a tanti altri, interessa molto.

Penso che non bisogna confondere il senso di un post su un determinato argomento, con la vita in generale.
La vita è formata da tante parentesi e questa è solo una delle tante e tante parentesi...
simone

alessio ha detto...

Lo risperto, ma lo giudico male... non lo condivido.
Per me è una perdita di tempo.
E' la mia opinione; non pongo divieti. Esprimo un giudizio.

E' importante (la certezze della scoperta) nel momento in cui è di beneficio all'umanità; oppure è un passo verso un possibile beneficio. Specie per la sua portata in questo caso. Se ne può trarre un beneficio, foss'anche teorico... al momento no.

Non c'è una scienza dietro gli ufo, qualcosa in cui immergersi come altre materie. Ci sono articoli, interviste... ma poco altro. E' una non-materia, almeno per come la vedo io.
Non parlo di non pensanti... quel che dico è che il mondo è pieno di cose interessanti da sapere, studiare, capire che hanno delle solide fondamenta; al contrario dell'ufologia e dei misteri... che pongono tanti interrogativi, dubbi, senza sanarli. Questo è poco scientifico, a parer mio.

Non penso che l'ufologia faccia cultura, proprio perchè non ha una letteratura (manualistica, ma comunque scientifica) alle sue spalle. E' una curiosità, magari un hobby (peggio di un hobby perchè non ha applicazione) che si coltiva. Se non è accompagnato da altro (astronomia, astrofisica ecc) è fine a se stessa e diventa solo uno strumento per distrarre (-si) da temi e problemi più importanti, rilevanti.

Quel che dico qui e sopra nell'altro commento è quel che penso io, poi ognuno faccia quel che vuole. Non è importante per me e giudico (male) chi spende il suo tempo in esoterismo e ufologia. Tutto qua. Non parlo di Verità, ma della verità secondo me, della mia realtà. Gli altri credano in un dio o negli ufo... io li giudico male (non tanto per dio, quanto per gli ufo).

Per me è una materia come l'oroscopo; al momento non c'è divulgazione scientifica (e intendo scientifica con metodo) che ne dia la certezza, la realtà di questa scoperta. Quando la comunità scientifica dirà al mondo: "piccoli esseri di altri mondi sono in contatto con noi", allora ci crederò... ma prima di allora è del tutto inutile stare dietro a cose cui non si ha la certezza.

E' la mia opinione, non rispondo più ad altri commenti.. eh eh. E comunque credo che la penserò così sempre, fino a nuove informazioni scientifiche. Ogni volta che ne sentirò parlare dirò questo... è quello che credo.
Di religione (e ufologia) meglio non parlare.. si basa sul credere in qualcosa, ci sarà sempre un contrasto insanabile che sfocia in discussione animata! a dir poco.. hi hi.

Comunque ieri in chat ti ho spiegato bene cosa intenda.

alessio ha detto...

Postilla: "Allora si, sarà un altro giorno, un giorno storico e tutta questa "follia" diventerà reale."

Esatto... aspettiamo che la comunità scientifica ne parli nei telegiornali. Prima di allora... sospendiamo il giudizio.

Tanto finisce sempre in quelle discussioni inutili e infantili che si dividono in "io ci credo", "io no"... senza apportare nulla di nuovo o che arricchisca chi discute.
E questo perchè si basa sul credere (verità) e non sul sapere (realtà). Sulla fede (opinione) e non sulla scienza (certezza). Proprio perchè mancano dimostrazioni scientifiche, ecc.

Finito... hi hi :P

il Bruco ha detto...

Vedo che hai una visione molto distorta per l'argomento ufo: al livello di studio aperto o striscia la notizia.
Le basi scientifiche ci sono e io ne sono a conoscenza siccome informato e interessato alla scienza.
E' inutile raccontartele tutte, visto che tu non tolleri per niente, a priori l'argomento.

Io continuerò a scrivere post in merito, se sono notizie che meritano di essere divulgate.
E' proprio questo che ho fatto ora, informare i "lettori" (spero ci siano!) di questo argomento.
Dire che ci sono fisici,scienziati che sanno che esistono, non è per niente cosa da poco.
Per te no, ma penso che molti altri sono interessati all'argomento:
solo fisici, astronomi, militari e governanti...bè robba di poco conto, proprio al livello di HOOBBY! haha

Per quanto riguarda:"Gli altri credano in un dio o negli ufo... io li giudico male (non tanto per dio, quanto per gli ufo)."
Tu non devi giudicare me, ma l'argomento, per le tue conoscenze al riguardo.

Non ho scritto il post per farmi giudicare, ma per informare sull'argomento.

simone

MotherGaia ha detto...

"Parlare di ciò che non si può dimostrare scientificamente è una perdita di tempo;" e "Ma non posso condividere l'ufologia e simili... Credo siano quelle materie (neanche passioni) che non lasciano niente (o molto poco) e cui è facile aderire, senza sforzo, passivamente..."
allora è la stessa cosa per la religione?

alessio ha detto...

no.. penso che la religione lascia qualcosa (anche molto, dipende dalla fede), è facile partecipare ma complesso aderire con convinzione, occorre capire, leggere, ascoltare, mettere in pratica... credere.

Per la dimostrazione scientifica, non mi pronuncio... eh eh.
Non tutto ha bisogno di una prova scientifica.

Marco Grande Arbitro ha detto...

questa è un intervista molto significativa, che fa capire tante cose.
Si unisce a tutte quelle testimonianze e video sconvolgenti.
Poi che dire, personalmente io credo ad un esistenza di vita nell'universo.
Non solo per i video, ma anche sul piano fisico e metafisico...
E non so perchè ho la netta sensazione che manca poco...
manca poco allo svelarsi di una grossa verità.
Cioè avete notato che tutti i governi stanno pian piano ammettendo l'esistenza o mostrando tutti i file UFO?
E perchè questo di punto in bianco?
Non credo che sia solo per passione o curiosità.
Sotto c'è qualcosa di potente

Anonimo ha detto...

è finita qua la vicenda?
mi aspettavo + litigio ;)
cmq gli ufo esistono!
Ma come dice Guzzanti: c'è vita nell'universo? si ma solo il sabato sera, per il resto è un mortorio!

:)

Anonimo ha detto...

questo artilo è stato veramente interessante e molto informativo. simoooo mi raccomando continua ad informarti su questi argomenti e parlacene così ne posso sapere di più!!!! :)
ciaooooo


clarissa

Anonimo ha detto...

Se l'universo è infinitamene esteso la probabilità di altre forme di vita tende a 1 ;D
Cmnque anche se fosse così non è detto che siano tecnologicamente + avanti di noi, danno tutti per scontato che possono fare viagginello spazio mah.