mercoledì, settembre 06, 2006

La metto giu' così...
è stato giusto inviare le truppe italiane in Libano per la missione ONU?
A voi la parola!

6 commenti:

il Bruco ha detto...

I fatti sono questi:
Israele ha attaccato Hezbollah in Libano-->Hezbollah è un fantoccio messo lì dalla Siria e dall'Iran-->Israele attaccando Hezbollah è come se avesse dichiarato guerra indirettamente alla Siria e all'Iran-->Israele è coperta dagli Usa e L'Iran odia gli Usa e Israele-->Se Israele attacca anche per sbaglio la Siria, L'Iran ha dichiarato che attaccherà pesantemente Israele-->Olmert ieri ha dichiarato:...mentre in Libano abbiamo limitato il nostro ricorso alla forza, in una campagna contro la Siria non ci porremo analoghi limiti".-->gli Usa già preparano un eventuale attacco all'Iran--> Israele ha la bomba atomica--> L'Iran l'avrà.

Insomma, ci sono tutti gli ingredienti adatti per far scoppiare una terza guerra mondiale...A mio parere!
Per questo ritengo giusto un intervento di una forza "neutrale" ONU e quindi la presenza dell'Italia in Libano per prevenire il peggioramento della situazione.
Simone

davide ha detto...

Sono antisemita!

Odio i vittimisti normalmente,
figuriamoci quelli che lo fanno ad hoc.

In più sono d'accordo all'invio di truppe ONU in Libano
perchè quest'organizzazione stava perdendo importanza
a colpi di atti di forza degli Usa e
anche a causa del precedente governo italiano.

Sono contento che le truppe siano italiane,
sia per il rinnovato prestigio internazionale
sia perchè i militari italiani parcheggiati
nelle caserme non fanno un kazzo,
nonstante il fatto che,
andando lì, prenderanno ancora di più.

il Bruco ha detto...

E invece no... almeno, non solo!
Caro buongiorgio dimentichi il rapimento (e l'uccisione) di soldati
israeliani da parte degli Hezbollah; e
la richiesta di riscatto: la liberazione di militanti del braccio armato
del partito libanese.
Arrestati per cosa? nemmeno io lo so, ma è facile intuirlo.
Il problema non è risolvibile ricercando la concatenzione causale degli
eventi: ce n'è sempre uno
precedente che ignoriamo o si perde nel tempo.
Porre un punto zero sarebbe arbitrario! si dimenticherebbe la storia
precedente.

Unica soluzione (che traggo dai quotidiani): disarmare gli Hezbollah,
renderli un partito (come già è o
dovrebbe essere) e...
In Italia dopo la fine della seconda guerra mondiale così si fece e
funzionò: disarmo dei partigiani e Cln
partito politico.
Certo la situazione non è identica; ma il metodo da seguire è, più o
meno, lo stesso.
Alessio

Filippo ha detto...

Provo ad "immettere" informazioni e pareri nella discussione.
Prima di tutto consiglio a tutti di andarsi a cercare in internet o su Repubblica qualsiasi cosa scritta da Bernardo Valli, inviato storico di Repubblica in terre arabe, illuminante e puntuale.In particolare vi rimando allo speciale (non ricordo se sull'Espresso o il Venerdì, vabbè cercatelo) in cui spiega il rapporto tra Sciiti e Sunniti.

Credo che nelle questioni enormi di Geo-politica dove sono coinvolti igli interessi politico/economici (ma qualcuno ancora li separa?) di tutti i paesi del globo, noi semplici cittadini possiamo avere una visione minima, sfocata e parziale.
Voglio dire, ci è impossibile saperne sui piccoli fatti di casa nostra (p2, gladio, stragi, terrorismi, Berlusca, Mafia, Camorra, devo continuare?)farsi un'opinione circostanziata di fatti del genere è pressochè impossibile.

Quindi, ignorarli?
Non si può, propongo di affrontare la cosa distinguendo da due punti di vista:

1:I Fatti, per quanto "filtrati" dalle varie fonti di informazione, si può arrivare ad elementi oggettivi "puri".

2:Le conclusioni, con l'onestà intellettuale di riternele sempre e comunque "viziate" dalla scelta soggettiva di un punto di vista.

Punto1: faccio un elenco impreciso, più o meno cronologico e drammaticamente incompleto:

Anni 70 L'Iran paese ricchissimo(petrolio, si lo sanno pure le formiche..) è governato dal Pashia, una specie di re che non ha niente a che spartire con la religione, ed è appoggiato (finanziato) da diversi paesi Occidentali, USA, Gran Bretagna e Russia che lo occupano più o meno continuamente dalla ww2.
Khomeini (sciita)nel '77 da il via alla rivoluzione e caccia il Pashia, L'Iran è la prima Repubblia Mussulmana (SCIITA) e dopo parecchio tempo (vedere Valli ) si incrociano potere spirituale e temporale, Khomeini comincia la "crociata" morale contro l'Occidente.
Dall'80 al '98 Iran (Sciita-con i soldi (armi) dei Russi) e Iraq (Sunnita-Saddam-con i soldi [tanti] degli Americani)se le danno di santa ragione, con grande uso di armi chimiche, soprattutto da parte di Saddam (e chi gliele aveva date? indovina indovinello...) è la guerra fredda baby!

Nel frattempo:
Guerra civile in Libano, Hetzbollah 1 Isrele/Occidente 0.

Kuwait:U.S.A. 1, Saddam 0.


Afganisthan, i guerriglieri (Bin Laden +Talebani+ un po'di Kurdi, che in tempo di pace vengono torturati (bottiglie di Coca Cola su per il culo finchè non si riempiono di sangue, e non nell'anno di grazia 1200, nei meravigliosi anni '90 del secolo '900, ma quando si tratta di cacciare qualcuno dall' Iraq O dall'Afganistan so' grandi amici),cacciano i Russi; armati con i soldi di chi?

'89,cade il muro, i Russi da Nemici diventano semplici concorrenti nella corsa al petrolio.

Questa storia di Sciiti Sunniti va approfondita perchè credo sia una delle chiavi di lettura dei fattacci in questione.

Ho Tagliato e Incollato da Wikipedia guardate un po' quali sono i paesi a maggioranza sciita?!:

""Gli Sciiti si differenziano dai Sunniti sulla questione della guida (imamato) della comunità islamica (Umma), dal momento che considerano unica legittimata a regnare la Famiglia del profeta Muhammad (Ahl al-Bayt), mentre per i Sunniti qualsiasi fedele di media capacità religiosa, non necessariamente discendente del Profeta, può guidare a pieno titolo un governo islamico.

[...] il fatto che non si siano differenziati dai Sunniti negli aspetti dogmatici non consente che si parli per essi di eresia, ma solo di una variante dell'Islam. Lo Sciismo, minoritario in termini assoluti (10% massimo dei fedeli musulmani di tutto il mondo), è maggioritario in Iraq, in Libano e in alcune aree del Golfo Persico e del tutto prevalente in Iran
Forti minoranze sono presenti anche in Arabia Saudita, e Siria""


Sarà un caso?

E sarà un caso che gli USA, una mattina si svegliano s'inventano la cazzata delle armi di Saddam (Sunnita e persecutore degli oppositori Sciiti nel suo paese) e invadono il paese consegnandolo nelle mani di un governo (vabbè fantoccio a responsabilità limitate, anche questa è una brutta storia: La costituzione Iraquena...limiti imposti dagli americani,tra cui l'impossibilità di modificarne alcuni punti per ,mi sembra, una decina di anni...) a maggioranza Sciita..

Hezbollah è il braccio armato In Libano dell'"internazionale Sciita"(Bernardo Valli) ,oltre ad avere un partito ha due ministri nel governo Libanese, e una missione Onu per disarmarli c'è già stata dopo la guerra civile dell'82,nella quale il "glorioso" esercito Italiano si è distinto.

Isrele..bè qui faccio fatica ad essere oggettivo, anche perchè vorrei proprio sapere cosa cazzo c'è a Gerusalemme, visto che sono millenni che tutti si massacrano da quelle parti.
E' evidente anche a Sandro Bondi che Israele è per gli USA quello che Hezbollah è per L'Iran-Siria-Arabia Saudita (e tutti sapete quali e quanti affari questi paesi facciano con gli USA, poco si sà di quanti affari l'Italia faccia con l'Iran,non so numeri e date ma ci si informa presto...)

Ultima osservazione: Nassiria: Unica multinazionale petrolifera italiana presente in Iraq:L'Eni.
Dove? A Nassiria.

Viva la (missione di) Pace!

Spunti confusi e mattutini, cerchiamo insieme di tirarne fuori delle conclusioni?

davide ha detto...

Gneo, per il bene dell'umanità,
non attaccare pippotti del genere!

mi riferisco alla lunghezza del post, eheheh.

sono sorpreso! sei d'accordo con la missione in Libano?
Non l'avrei mai detto.

per il resto aspetto un commento sintetico su un problema complesso.

Gneo Pompeo ha detto...

non credo di poter esser daccordo o no sulla missione in Libano.
Credo (sinteticamente : ) ) che si tratti di qualcosa di più vasto e complesso della missione, e sarebbe un errore non tenere in considerazione gli elementi in gioco nel farsi un'idea.
Le missioni di Pace mi fanno rodere il culo in sè perchè non c'è niente di pacifico.Solo soldi che girano sempre nelle stesse tasche, ciononostate continuo a ragionare.
Scusate la prolissità