martedì, novembre 14, 2006

LEGGI DELLA ROBOTICA... scritte per essere violate
Isaac Asimov,il padre della fantascienza, scriveva nel 1942 le famose "Leggi Della Robotica". Esse sono di grande importanza perchè vengono prese in considerazione da coloro che sperimentano e studiano la robotica:
Prima Legge
Un robot non può danneggiare un essere umano e non può permettere che, a causa di un suo mancato intervento, un essere umano sia danneggiato.
Seconda Legge
Un robot deve obbedire agli ordini impartiti dagli essere umani, purchè tali ordini non contravvengano alla Prima Legge.
Terza Legge
Un robot deve proteggere la propria esistenza, purchè la sua autodifesa non contrasti con la Prima o con la Seconda Legge.

Piu' avanti Asimov ne aggiunse un'altra:
Legge Zero
Un robot non può danneggiare l'umanità e non può permettere che, a causa di un suo mancato intervento, l'umanità sia danneggiata.

Quest'ultima fà da sfondo alle tre leggi e fu' introdotta poichè quest'ultime, da sole, non erano in grado di prevenire comportamenti malevoli da parte dei robot.
Es:Se un folle decidesse di distruggere l'umanità intera, il robot a causa della Prima legge non potrebbe intervenire, invece con l'aggiunta della "Zero" il robot può farlo, uccidendo il "folle", nonostante ciò comporta la violazione della prima legge.
Con la legge zero, Asimov introdusse il concetto di "male minore" perchè autorizza il robot a recare un danno "limitato" per prevenire danni irreversibili all'umanità intera.

L'insieme delle 4 leggi, sembrano scongiurare comportamenti dannosi da parte dei robot, ma queste in realtà non potranno mai prevenire tutti i casi... pensate che addirittura i super computer non riescono a prevedere le conseguenze di una mossa di scacchi per una decina(!!!!) di passi successivi...bè! potranno mai 4 leggi prevedere nel loro insieme tutti i casi possibili nella realtà??? di certo NO!
Nonostante ciò le leggi di Asimov costituiscono delle buone "Tavole della legge" che devono essere rispettate e prese in considerazione dagli studiosi di robotica, nel fine ultimo di costruire robot e androidi.O meglio "dovrebbero" essere rispettate!
Si, siccome già sono stati costruiti i primi robot che violano tali leggi!
Si chiamano Swords e sono stati fatti costruire dalla dipartimento della difesa degli USA: sono veicoli cingolati, posseggono telecamere (anche all'infrarosso) e 2 mitragliatrici e sono telecomandati da militari, dunque non sono veri e propri automi... invece è autonoma del tutto la pistola robotica della US Mechatronics in grado di muoversi, tramite cingolato, per seguire un bersaglio umano fino a sparargli nel cuore!!!
Possiamo dire che, nonostante l'umanità non sia ancora giunta pienamente nell'era della robotica, la prima legge già è stata bella che violata e non presa in considerazione da scienziati senza scrupoli che, finanziati da aziende belliche Governative o private, non hanno tenuto conto delle uniche leggi etiche esistenti nella robotica.
Questo mi fà preoccupare e penso che preoccuperebbe lo stesso Asimov.

P.s. Tali robot stanno per essere usati nella guerra in Iraq.
Simone

12 commenti:

Gneo Pompeo ha detto...

Creo che l'opera di Asimov sia in continuo equilibrio tra previsioni cociologiche (più che tecnologiche) e un cinismo profondamente ironico;nel ciclo della fondazione descrive oerfettamente tutti i comportamenti socio politici del secolo.Credo che le leggi possano essere viste come una specie di profezia legata non hai robot in quanto tali, ma se si sotituisce "se stessi" al robot e "il prossimo" all'"uomo", come uno sguardo tistemente ironico e cinico sull'incapacità dell'uomo di vivere in pace.

Gli androidi di Asimov esistono già, sono gli uomini che non sono in grado di prendere in mano la propria vita e aspettano il settaggio giusto; dalla tv, dalla classe dirigente, dalla chiesa-setta di turno, dal professorone, eccetera.

Gneo Pompeo ha detto...

ah era "sociologiche" non cociologiche.
sorry

Il Grande Rabbino ha detto...

Sinceramente penso che queste leggi della robotica, e se ce ne saranno, altre ancora, non saranno mai soddisfacenti poiche` cio` che e` creato dall`uomo ha sempre qualche minimo difetto, proprio perche` l`uomo non e` perfetto.
Platone affermava che l`arte e` una pessima cosa, perche` cerca di ricopiare cose esistenti (in modo imperfetto) che sono gia` imperfette... percio` le cose create con l`arte: ad esempio i robot, sono due volte imperfette!
Solo chi non ha errori puo` creare cose che non ne hanno... percio` penso che i Robot non dovrebbero esistere.

P.S. scusate l`Italiano

Alessio ha detto...

Non un sono un appassionato di fantascienza e di Asimov non ho mai letto niente (nonostante le sollecitazioni fraterne); solo questo basterebbe a non farmi dir nulla... eh eh.

Penso, però, che le leggi siano state scritte in previsione di un loro utilizzo deviato, come sta avvenendo. Sono scritte per porre dei limiti; un po' come Einstein e Russell scrissero il documento contro l'utilizzo dell'atomica (da altri scienziati sottoscritto) oppure Orwell che denunciava l'ipercontrollo governativo.
Gli uomini di lettere si sono sempre distinti nel mettere in risalto al pubblico e, soprattutto, ai governi, l'utilizzo irrazionale di nuove tecnologie e di cattivi princìpi.

Forse questo era l'intento di Asimov; oppure, come filippo fa notare, è solo un'allegoria rivolta all'umanità (tesi da inserire sul Gragnaniello '06, col permesso dell'autore!).

il Bruco ha detto...

...aspetto il commento di Davide!:)
sim.

Gneo Pompeo ha detto...

cos'è il Gragnaniello '06?

davide ha detto...

Ehehehe, il Gragnaniello 2006!
Che si va facendo abbastanza vecchio, si chiede un aggiornamento per il 2007!

Ragazzi, Asimov è una potenza!

Scrisse le tre leggi della robotica
ma nei suoi racconti tutto ruota
sulle varie sfaccettature che queste leggi implicano nel comportamento dei robot.

Essi sono di aiuto all'uomo nei primi racconti ma poi il tutto inizia a tingersi di incredibilmente sovra-umano.

Tutto ciò è scritto con grande sapienza e maestria e invito tutti a leggerlo; ognuno scoprirà qlc da trarre da ciò che dice poichè spazia in moltissimi campi dello scibile.

Cmq fu si scrive senza accento e a volte anche fa, dipende.
Fa' attenzione!

:P

(tinte moralistico-linguistiche si aggiungono pedisseque).

davide ha detto...

Grande rabbì,
appena ho un pò di tempo
ti darò un pò di fastidio commentario.

Marco tartaruga ha detto...

leggi della robotica....alla fine tutto sta intorno alla fisica...ki sa cosa c'è ancora + sotto...

Kamikaze ha detto...

Bè la legge zero non è propriamente una legge vea e propria poichè nn è scritta all'interno del cervello positronico dei robot bensì è un'idea alla quale giunge uno dei protagonisti del primo ciclo di storie asimoviane per fare in modo che siano effettivamente i robot ad aiutare il genere umano nel suo cammino per lo spazio. Difatti si può dire che vi sia un unico robot che applichi e "capisca" veramente la legge zero: R.Daneel Olivaw.Se le prime 3 leggi diminuiscono il campo di possibilità del robot,la legge zero permette a questo di poter "ragionare" un pochino di più sul problema. Cmq anche Asimov in uno dei suoi racconti immagina un robot costruito senza una delle sue leggi...volete sapere che succede...eh...andatevelo a leggere... ;-)

Anonimo ha detto...

Sono comunque 3 leggi cazzata... e l'ultima è la peggiore di tutte!
Sarebbe come dire che ai robot spetterebbero decisioni freddamente calcolate sul quanti ostaggi lasciar morire nelle mani dei rapinatori di banche per salvarne altri o il malloppo...
Assurdamente disumano solo pensarlo oggigiorno: affidare tali decisioni a semplici algoritmi...?
Asimov era uno scrittore, chi lo prende sul serio è un deficiente pericoloso!

freddywind ha detto...

Ormai è alle soglie....E se nel futuro di Asimov,le variabili erano quasi sempre nell'interpretazione delle 3 leggi,immagino che in un futuro più o meno prossimo,delle 3 leggi si parlerà ben poco!La vita delle persone conta fin troppo poco,e dopotutto,come avviene oggi con l'hardware delle console di videogames,ogni sistema può essere prima o poi manomesso con estrema semplicità.Poi dalle piccole stragi familiari,alle guerre di distruzione di massa,basterà affidare tutto ad uno spykee con qualche upgrade ( http://www.robotsrule.com/html/spykee.php ).E con questo spero di non aver suggerito nulla a nessuno.