giovedì, aprile 26, 2007

Giunge quest'oggi, la bella notizia che segue.
Ancora niente è stato stabilito con certezza, ma speriamo (e crediamo!) che la giusta via per il compromesso è stata presa.

Da repubblica.it

BRUXELLES - Fino a quattro anni di reclusione per i reati di pirateria e contraffazione se vengono commessi nell'ambito di un'organizzazione criminale oppure comportano un rischio per la salute o la sicurezza delle persone. Di fatto, tolleranza zero per quel che riguarda la contraffazione su larga scala, ma niente carcere per chi viola il diritto d'autore a titolo privato. Gli utenti del web possono stare tranquilli. Il Parlamento europeo ha approvato - con 374 voti a favore, 278 contrari e 17 astenuti - la risoluzione di Nicola Zingaretti (Ds) che introduce sanzioni penali per la contraffazione e la violazione della proprietà intellettuale. Sono stati adottati vari emendamenti, che modificano la proposta avanzata dalla Commissione Ue per escludere dal campo di applicazione della direttiva "atti compiuti da un utilizzatore privato per fini personali e non di lucro".

In sostanza, non rischiano fino a quattro anni di carcere e sanzioni da 100 mila a 300 mila euro i singoli che scaricano qualcosa da internet, perché l'obiettivo è colpire la contraffazione su larga scala e il crimine organizzato, ovvero - come prevede la norma - "qualsiasi violazione intenzionale del diritto di proprietà intellettuale commessa su scala commerciale, la complicità e l'istigazione".

La parola ora passa al Consiglio dove già si prevedono le resistenze di Paesi, come la Gran Bretagna, tradizionalmente ostili a modifiche del codice penale attraverso una normativa europea.

Clicca qui per l'articolo integrale
Alessio

7 commenti:

il Bruco ha detto...

Mi sembra giusto quello che stanno facendo...speriamo che diventi una cosa definitiva.
Insomma...scaricare film, musica ecc... da internet fa crescere la cultura! e la cultura dovrebbe essere a disposizione di tutti e quindi "gratuita"
simone

Marco tartaruga ha detto...

oggi mi era venuta voglia di rileggermi il post di marinetti... ma vedo una succosa novità.
Ottima notizia.
Tanto + si scarica è + si compra il cd , il film o il video gioco originale.
Esempio: un emulatore ti da un assaggio di quello ke la console vera ti da ... e così tutti si comprano la console. pare una sciochezza ma è vero!

napo ha detto...

ciao prima di commentarti il post,una domanda.sono finito qui grazie al tuo post la musica è la colonna sonora della vita.combinazione perchè ho appena aperto un secondo blog di solo musica e appunto l'intestazione usa la tua medesima frase.a te come è venuta???

per quanto riguarda la legge sul file sharing,spero continuino su questa strada.personalmente per quanta riguarda i cd audio non credo sia una minaccia,perchè cmq aiuta a conoscere meglio i gruppi e a trovare rarità altrimenti impossibili da ascoltare.per quanto riguarda i film un pò meno,almeno quelli che non necessitano un impianto stafigo per vederli,sono scaricati a manetta e ci perdono un casiono.però se i biglietti del cine non fossero a 7 e passa euro...insomma veniamoci incontro!!!
per quanto riguarda i giochi,boh!ai miei tempi si faceva la colla e si comprano insieme,poi masterizzavamo a manetta!!!

ciliegio esterno ha detto...

e finalmente una l'hanno azzeccata i Ds!
Pd è l'acronimo di una famosa bestemmia.

il Bruco ha detto...

Ciao napo! fa piacere leggere un commento di un "esterno":)
La frase in questione, non ricordo dove l'ho sentita dire...ma mi ha subito colpito perchè la trovo davvero appropriata!
saremo lieti di vedere il tuo blog...ora andiamo a farci un giro!

Antares ha detto...

oltre alla cultura fa crescere anche il portafoglio. :-)

Alì Cicco ha detto...

Un compromesso ci si può arrivare perchè è giusto punire severamente chi commette violazioni x conto delle organizzazioni criminali oltre a mettere in repentaglio la nostra salute e sicurezza , e' vero anke che c'è troppa disparità tra le pene proposte per questi ultimi e coloro ke compiono atti privati