domenica, luglio 08, 2007

L'infinitamente piccolo così infinitamente GRANDE: L'ATOMO
Il cammino dell'uomo nella storia è cambiato drasticamente quando l'umanità è venuta a conoscenza della struttura e dell'energia dell'atomo.


Già i greci indicavano col nome atomo qualcosa di infinitamente piccolo costituente la materia e di indivisibile.
L'atomo è formato dal nucleo posto al centro della struttura e dagli elettroni che gli girano attorno ad una velocità prossima a quella della luce:

Per capire come è fatto un atomo, pensate che se il nucleo fosse grande come un pallone da calcio, gli elettroni gli girerebbero attorno ad una distanza di 10 km!!!diciamo un po'come il raccordo anulare di Roma!(ma con meno traffico!eheh)
Dunque possiamo dire che l'atomo è una struttura VUOTA!
perchè fra il nucleo e l'elettrone non c'è nulla...ma quel nulla è pieno di energia!

Tutti noi ogni giorno percepiamo effetti fisici come la gravità e l'attrito i quali sono dei fenomeni macroscopici, ma cio' non ci deve indurre a pensare che le energie in gioco siano piu' grandi rispetto a quelle dei fenomeni atomici, che noi non vediamo.(ma percepiamo...in realtà ad es. l'attrito è dovuto alle forze elettrostatiche fra atomi)

Mi spiego meglio e vado subito al nocciolo del discorso:
Nell'atomo c'è un energia a dir poco immensa!
Questo l'uomo lo ha capito grazie alla famosissima legge formulata da Ainstain E= m c^2.
Provate a "giocare" con questa formula facendo qualche calcolo:

Con un Kilogrammo di massa io ho un energia pari a 9*10^19 joule o meglio 2*10^16 kilo-calorie...tradotto in parole piu' semplici sono 20 milioni di miliardi di kilo-calorie!!!!
Per rendervi conto delle dimensioni fate un po'riferimento al riquadro delle kcal che c'è dietro alle confezioni di cibo.
eheh Non vi fà rimanere senza parole?
A me si!
L'atomo contiene un'energia enorme!Ma dov'è tutta questa energia?
Sta sia fuori dal nucleo--->da questa energia deriva l'elettricità e l'attrito)
che dentro il nucleo--->è proprio qui dentro che risiedono queste energie immani)

Se faccessimo un discorso di energia a livello mondiale, qualcuno potrebbe esclamare: il mondo è salvo! basta prendere quell'energia e addio petrolio!
Il problema è: come si fà a prenderla???
L'uomo la riesce a prendere in parte tramite la fissione nucleare, processo che viene innescato nelle centrali atomiche, e l'altro modo per "estrarla" pero' senza controllarla è rappresentato dalla bomba atomica.
Entrambi prendono energia facendo scontrare degli atomi fra loro...è un meccanismo simile al gioco delle biglie!
Sappiamo tutti pero' che il problema dell'energia nucleare presa tramite uso di centrali atomiche è rappresentato dalle scorie radioattive!

Ma chi ha detto che l'energia che sta nel nucleo và presa per forza tramite la fissione?
Non c'è un metodo piu' sicuro che crea poche scorie radioattive e magari è anche piu' efficiente?
Grazie a Dio si!
Basta copiare la natura!come da sempre l'uomo fà e continua a fare!
Basta guardare le stelle! basta guardare il Sole!
In esso infatti avviene la cosidetta fusione nucleare!
Non sto qui a spiegare come avviene, pero' vi assicuro che è di gran lunga migliore della fissione atomica:
-L'energia estraibile è maggiore
-Le scorie sono minori e si smaltiscono in tempi minori
-Rischio incidente stile Cernobyl pari a zero

è per i motivi sopra elencati che la fusione nucleare rappresenta il futuro dell'uomo!
Ahi noi il primo impianto ottimale sarà pronto all'incirca nel 2015-2030!
Sigh!
Simone

8 commenti:

Marco tartaruga ha detto...

dall'atomo se non sbaglio prendiamo un elettrone e creandosi una lacuna nasce il silicio e dal silicio passiamo ai diodi, transitor, ecc.
Mitico e spettacolare l'atomo!
Devo dire ke la relatività non l'avevo mai capita...adesso posso dire di si.

Altea ha detto...

l'atomo è una delle particelle più affascinanti presenti sulla Terra,come la cellula...e se ne conosce poco e niente,soprattuto per la sua potenzialità..mi dispiace sempre convenire che quando si tratta di costruire uno stadio,tutti hanno la cosiddetta "prescia in culo" (scusate la volgarità..),quando si tratta di costruire qualcosa di utile,che potrebbe salvare un po' tutti,ma che è difficile da capire..beh,nn frega a nessuno!!se davvero volessero secondo me quell'impianto potrebbe essere costruito molto prima...

Filippo ha detto...

A me interessa moltissimo quel "vuoto" che c'è tra il nucleo e gli elettroni.
Non ne so niente, quindi un po' di domande forse sciocche:

intanto, non c'è proprio NIENTE?
Tipo, gas, che ne so aria, idrogeno niente? Se si il Nulla esiste? (sono molto serio non sto scherzando), oppure ancora nessuno si riesce a spiegare cosa c'è quindi diciamo che non c'è niente?

Come funziona l'equilibrio tra nucleo ed elettroni?Cerco di spiegarmi, cos'è che li tiene separati, qualcosa simile al funzionamento pianeta/satellite?

Perchè io da totale ignorante mi immagino che se in mezzo non c'è niente magari un elettrone "cade" e va a sbattere sul nucleo.

L'idea che tutto sia fatto per la maggior parte di NIENTE mi fa dormire tranquillo la notte.

Alì Cicco ha detto...

Apprezzo molto i post "scientifici"del buongiorgio, grazie ai quali anche gli ignoranti in materia come il sottoscritto comprendono meglio questi fenomeni.
Ciao!!!

Anonimo ha detto...

uauuu...troppo affascinante.minimè.

aldo_mazzei ha detto...

nel commento di.... ho letto che gli elettroni sfrecciano intorno al nucleo con una velocità prossima a quella della luce, ma no! La velocità e di circa 100 km. orari e con movimento casuale e disorientato, perchè un movimento ordinato e in una direzione definita di elettroni, produce una corrente elettrica. Sappiamo che più atomi della stessa specie formano una molecola, la parte più piccola della materia e più molecole formano la materia vera e propria di qualunque natura essa sia, noi stessi per esempio siamo fatti di atomi e di elettricità allo stato neutro, sembra incredibile ma è la verità. Un atomo è elettricità pura che diventa conduttivo quando perde o acquista un elettrone, nel primo caso diventa carico positivo e nel secondo negativo. Anche una semplice matita può diventare elettrica, fate questo esperimento.
Strofinate fortemente una matita con un panno di lana per alcuni secondi, avvicinatela dopo a dei pezzettini di carta che avete preparato antecedentemante e vedrete che verranno attirati dalla matita che è diventata una vera e propria calamita.Perchè è successo questo? Semplice: Con lo stofinamento si è prodotto calore, quest'ultimo ha provocato la cosiddetta AGITAZIONE TERMICA DEGLI ATOMI, e gli atomi col calore allentano la cosidetta PRESA ATOMICA forza infinitamente grande, ma che diventa piccola col calore, basta pensare all'acciaio che trattato col fuoco diventa pappetta, tornando all'esempio di prima con lo scabio di calore tra lana e matita è successo che alcuni elettroni con l'agitazione termica hanno lasciato lâtomo della lana e sono entrati a far parte dell'atomo del legno: da questo momento nell'atomo della matita circolano elettroni liberi in eccesso per cui è diventata carica negativa, ( se prendiamo questi elettroni tramite un conduttore otteniamo la corrente elettrica ) la lana a sua volta ha perso elettroni ed è diventata carica positiva. Devo fare una breve parentesi per spiegare perchè all'origine l'atomo è elettricamente neutro: questo è dovuto al fatto che allînterno del nucleo ci sono cariche positive che sono esattamente con numero uguale agli elettroni che gli girano intorno e che sono a loro volta cariche negative per cui le une compensano le altre. Ritornando agli elettroni liberi che si sono installati nell'atomo del legno questi sono in continua agitazione intorno al nucleo e non trovando posto occupano il posto di altri elettroni che aloro volta diventano liberi e cosi via: ecco spiegato il MAGNETE cioè la CALAMITA.Questo tipo di minerale è già per natura carico positivo o negativo perchè nella sua infrastruttura atomica-molecolare esistono già dall'origine una carenza o una eccessività di elettroni dovuta sicuramente ad un loro contatto con altri minerali e che nei tempi sono stati sottoposti a grande calore di tipo vulcanico. Un magnete attira a sè un altro minerale perchè gli elettroni liberi tendono a cercare una stabilità elettrica di nuovo neutra quindi si fanno ad infilare nellâtomo dellâltro materiale provocando l'attrazione istantanea,amche se in realtà lo stato neutro non avviene perchè con questa procedura gli elettroni del magnete vanno ad occupare il posto degli elettroni dell'altro materiale che a loro volta diventano liberi e quindi abbiamo come risultato una enorme forza di attrazione che si ripete nel tempo.E' grazie a questi elettroni liberi che l'Uomo ha potuto produrre l'elettricità catturandoli e convogliandoli su un conduttore in movimento ordinato obligato. Rispondendo a Filippo riguardo all'equilibrio nucleo-elettrone, hai fatto l'esempio giusto.

Anonimo ha detto...

comincio con i ringraziarvi per qst descrizione avete salvato i mio orale di terza media!!!grazie e continuate cosi a presto

Anonimo ha detto...

imparato molto